Come si svolgono
gli esami di certificazione?​

Esami di certificazione BIM

Gli esami di certificazione BIM possono svolgersi sia in aula e che online e consistono in un questionario a risposta multipla, un caso studio ed un colloquio orale, riguardanti gli ambiti di competenza previsti dalla UNI 11337-7

Questionario sulle conoscenze teoriche

Il test è previsto per tutti i profili ed è composto da 30 domande a risposta multipla. Per il profilo Specialist, le domande riguarderanno anche l’ambito disciplinare scelto tra Architettura, Strutture, Impianti e Infrastrutture.

Prova pratica e caso di studio

L’esame richiede la conoscenza approfondita di uno specifico software di Model Authoring attinente alla disciplina scelta e indicato dal candidato nella richiesta di certificazione (ad es. Autodesk Revit). Il candidato dovrà modellare un’opera applicando i principi della propria disciplina e producendo contenuti informativi secondo un Capitolato Informativo proposto.

La prova richiede la conoscenza di almeno un software di model & code checking, indicato dal candidato nella richiesta di certificazione (ad es. Autodesk Navisworks). Il candidato dovrà risolvere un caso studio di gestione, coordinamento e verifica (consistenza delle informazioni, qualità del contenuto informativo, rispondenza a requisiti previsti da un regolamento) di modelli di discipline diverse, con l’uso del software e sulla base di una specifica tecnica informativa autonomamente sviluppata in conformità ad un Capitolato Informativo proposto.

Il caso studio simula l’assegnazione di una commessa BIM per verificare le capacità di gestione del candidato in relazione agli aspetti normativi, tecnici e procedurali applicabili in relazione ai processi dell’organizzazione per il quale opera.

Si tratta di caso studio simulato relativo alla gestione di un ambiente di condivisione dei dati, senza l’utilizzo di una specifica piattaforma.

Colloquio Orale

Consiste in una discussione individuale con l’esaminatore della durata di 30 minuti circa, durante la quale viene commentato l’esito delle prime prove e si affrontano alcuni argomenti selezionati dall’esaminatore a scelta tra quelli previsti.

Prima di acquistare l'esame, assicurati di poterlo sostenere!

Richiedi la valutazione ufficiale dei requisiti di ammissione all’esame

Compila il questionario, inviaci il tuo CV a esami@certificazionebim.com, e attendi la nostra conferma via mail. 

Hai ricevuto la conferma di poter accedere all’esame di certificazione?

Prenota l’esame in fondo a questa pagina compilando il modulo di richiesta di ICMQ al momento dell’acquisto.

Rispondiamo alle domande più frequenti...

Prova d'esame

FAQ certificazione competenze BIM

Altre curiosità

Si, l’esame viene interamente svolto nell’acro della stessa giornata.

Specialist: PGI, base DWG e relativa traccia

Coordinator: Capitolato informativo, modelli IFC disciplinari e relativa traccia

Manager: Capitolato Informativo e relativa traccia

 

No, l’esame non consente la consultazioni di documenti o altre fonti di informazioni.

Tutte le prove devono essere superate con almeno il 60% delle domande corrette

Le singole prove di esame con esito positivo mantengono la validità per un periodo massimo di sei mesi

La certificazione ha la durata di 5 anni, ed è rinnovabile mediante una valutazione documentale interna da parte dell’organismo di certificazione.

Il mantenimento annuale del certificato avviene dimostrando con autocertificazione di:

  1.   Aver operato in BIM per almeno un mese,
  2.  Aver gestito correttamente eventuali reclami 
  3. Aver effettuato un aggiornamento professionale coerente al profilo certificato pari ad almeno 8 ore

SI, la PDR UNI ha introdotto il c.d. penalty point, per cui le domande non risposte o errate pesano 0,5 punti sul calcolo totale.

No, essendo una qualifica volontaria, potrebbe essere prevista come un plus ma non come condizione obbligatoria 

La certificazione fornisce una garanzia sulle proprie competenze, migliorare la propria brand identity e consente di ottenere maggiori punteggi nei bandi di gara.

Si, diverse committenze attribuiscono in media dai 2 ai 6 punti a seconda del profilo e del tipo di bando

 

No, ma è consigliato in quanto la norma UNI 11337-7 ha previsto nuove competenze per tutti i profili professionali.

BIM SPECIALIST

  • esperienza lavorativa generica di almeno 6 mesi*
  • esperienza lavorativa specifica nel ruolo di almeno 3 mesi**
  •  

BIM COORDINATOR

  • esperienza lavorativa generica di almeno 3 anni
  • esperienza lavorativa specifica nel profilo di almeno 1 anno

BIM MANAGER / CDE MANAGER

  • esperienza lavorativa generica rispettivamente di almeno 5/3 anni
  • esperienza lavorativa specifica nel profilo di almeno 1 anno

Note per lo Specialist

* L’attività di esperienza può essere intesa anche come attività di tirocinio o stage

** Solo per il BIM Specialist, l’esperienza specifica può essere sostituita da un Master pertinente di almeno 200 ore di formazione e da almeno 3 mesi di stage presso aziende, supportato da una dichiarazione dell’azienda stessa che confermi il periodo indicato e descriva il ruolo e l’attività svolta dal candidato

Indicando nel modulo di iscrizione all’esame ICMQ gli anni di esperienza, il datore di lavoro/commessa per cui l’attività è stata svolta, e la relativa durata.

No, ICMQ non consente la diffusione di test preliminari o fac simile d’esame.

Tutto chiaro?
Verifica le date di esame e procedi all’acquisto...

Da oggi puoi sostenere l'esame anche online!

Sei già nostro cliente?

Paga la quota di mantenimento annuale prevista da ICMQ per confermare la validità del tuo certificato e allega l’evidenza dell’aggiornamento effettuato. Ricorda che sono ammessi in alternativa:

  • L’attestato di frequenza rilasciato dall’ente formatore
  • Una dichiarazione firmata del datore di lavoro che attesta la formazione svolta
 

L’aggiornamento dovrà essere almeno di 8 ore, coerente con il profilo BIM certificato.

Devi adeguare il tuo certificato alla UNI 11337-7?

Se hai un certificato ICMQ rilasciato prima del mese di Marzo 2019, dovrai effettuare l’adeguamento alla UNI 11337-7 per ottenere l’accreditamento  Accredia e il riconoscimento legale in base alla Legge 4/13.

Ricordiamo infatti che i certificati rilasciati prima della pubblicazione della UNI 11337-7, potrebbero non essere considerati validi dalle stazioni appaltanti ai fini dell’attribuzione dei punteggi previsti dai bandi pubblici.

Prenota ora l’esame integrativo online consistente in un test scritto di 30 domande e un colloquio orale per la verifica delle competenze previste dalla norma.

Alcuni dei nostri clienti